L’Osteopatia è una medicina non convenzionale riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Grazie ad un’attenta valutazione ed ad vasta gamma di tecniche manuali poco invasive (analisi della postura e palpazione), l’osteopata riesce ad individuare gli eventuali disturbi su cui intervenire mediante tecniche manuali in grado di correggere i disequilibri e ripristinare le condizioni fisiologiche del movimento e quindi della salute.

Pur non utilizzando farmaci, rimedi naturali e strumenti medicali o elettromedicali, attraverso la manipolazione dei tessuti, un osteopata è in grado di innescare i processi di autoguarigione di cui è naturalmente dotato l’organismo.

Il trattamento osteopatico della disfunzione somatica,  ovvero di tensioni tessutali associate o meno a malattie, possono risolvere o migliorare differenti disturbi:

Muscolo scheletrici e nervosi (mal di schiena , dolori cervicali, spalla dolorosa, dolore pelvico, distorsioni, fibromialgia, esiti di cadute e distorsioni, effetti della cattiva postura, ecc.).

Effetti dello stress (tensioni muscolari ed emotive, mal di testa, stanchezza, inappetenza, insonnia).

– Problemi digestivi, circolatori, respiratori (orecchio, naso o gola, polmoniti e bronchiti croniche)

– Condizioni legate a deficit immunitari e malattie infettive, convalescenza post- operatoria

Problemi funzionali riguardanti lo sport a tutti i livelli (compresi gli atleti d’elite).

– Problemi funzionali che coinvolgono le donne incinte (ad es. mal di schiena, tunnel carpale in gravidanza)

– Problemi funzionali di neonati e dell’infanzia (plagiocefalia non sinostotica, reflusso, coliche, vomito, insonnia, asimmetrie posturali e atteggiamenti scoliotici, disturbi dell’apprendimento).